Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , mer 21/11/2018

Scroll to top

Top

MODENA: UN SALTO NELLA STORIA CON LA RIEVOCAZIONE NAPOLEONICA

MODENA: UN SALTO NELLA STORIA CON LA RIEVOCAZIONE NAPOLEONICA
L'occasione Annunci

(Modena, 28/06/2018) – Militari e ufficiali di Stato Maggiore dell’Armata napoleonica, dame e civili della borghesia e della nobiltà modenesi che accolsero l’imperatore e re d’Italia a Palazzo Ducale, ribattezzato Palazzo nazionale. Saranno un centinaio, in uniformi e abiti d’epoca ricostruiti con attenzione filologica, a dar vita domenica 1 luglio a Modena a una giornata di rievocazione storica della visita di Napoleone e Giuseppina Bonaparte in città, con un salto nel tempo di oltre due secoli.
L’appuntamento, a cura dell’associazione culturale “Les Grognards de l’Armèe d’Italie” in collaborazione con Comune di Modena e Modenatur e grazie alla disponibilità dell’Accademia Militare si svolge tra Palazzo Comunale, che ospita il 30 giugno dalle 10.30 alle 18 nella Sala dei Passi perduti una piccola mostra visitabile gratuitamente di cimeli napoleonici da collezioni dell’associazione, e tra piazza Roma e Palazzo Ducale, visitabile con guide su prenotazione. Gli ultimi posti disponibili (ingresso e visita guidata 8 euro a persona, ridotto 6 euro da 6 a 12 anni, gratuito fino a 5 anni) sono prenotabili entro le 18 del 27 giugno allo Iat, Ufficio informazioni e accoglienza turistica del Comune di Modena, piazza Grande 14, tel. 059 2032660, info@visitmodena.it – prenotazioni www.modenatur.it).
L’iniziativa è stata presentata in conferenza stampa a Palazzo Comunale dal vicesindaco e assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza con l’assessora a Promozione della città e Turismo Ludovica Carla Ferrari, e da Roberto Colla, presidente dell’associazione “Les Grognards de l’Armèe d’Italie”, con la partecipazione anche del Tenente Colonnello Bruno Billi, capo della Segreteria particolare del Generale Comandante dell’Accademia Militare.
Il programma, che rievoca la giornata del 25 giugno 1805 quando Bonaparte e consorte, lei per prima accompagnata dagli Ussari sotto una pioggia battente, entrarono a Modena dopo l’incoronazione a Re d’Italia a Milano, prevede alla mattina alle 9.15 lo schieramento delle truppe in piazza Roma, alle 9.30 e alle 9.45 l’arrivo in piazza Roma della carrozza di Giuseppina e di quella di Napoleone, quindi la presentazione degli onori militari e il passaggio in rassegna delle truppe. Durante la giornata si susseguiranno in piazza Roma ricostruzioni di manovre militari e parata di truppe per il pubblico, oltre a iniziative rivolte anche ai bambini. Alle 17.45 Napoleone e Giuseppina passano un’ultima volta in rassegna i loro soldati, quindi salgono in carrozza e lasciano la città, mentre alle 18 ha inizio in piazza il gran ballo a cura del Battaglione Estense, che dura fino alle 18.30.
Gli eventi in piazza Roma sono aperti al pubblico liberamente.
Il Palazzo Ducale, sede dell’Accademia Militare a cui va il ringraziamento degli organizzatori e dell’Amministrazione, è invece visitabile solo prenotando entro le 18 del 27 giugno. Sono disponibili cinque turni di visita: alle 10, 11, 14, 15 e 16.
Lungo il percorso di visita guidata al Palazzo Ducale si potrà assistere a rappresentazioni di scene del tempo come ricostruzioni di udienze, scene di vita quotidiana di palazzo e la ricostruzione di una riunione dello Stato Maggiore.
Per sabato 30 giugno alle 15 è prenotabile (fino alle 12 del 28 giugno) una visita guidata in centro storico in collaborazione con l’associazione Arianna dedicata a Modena ai tempi di Napoleone (costo 8 euro info e prenotazioni info@visitmodena.it).
L’associazione “Les Grognards de l’Armèe d’Italie”, protagonista specializzata della ricostruzione storica, deve il suo nome all’appellativo con cui venivano chiamati i granatieri dell’armata napoleonica in Italia. Per il fatto di essere rappresentanti della vecchia guardia, erano infatti soprannominati “i vecchi brontoloni”, traduzione del termine francese “grognards”.