Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , dom 24/06/2018

Scroll to top

Top

MODENA: UN MURALES ARTISTICO AL CENTRO DIURNO

MODENA: UN MURALES ARTISTICO AL CENTRO DIURNO
L'occasione Annunci

(Modena, 31/05/2018) – Gli studenti di una scuola superiore della città sono entrati nel Centro diurno “Mario Del Monte” per creare con la loro arte un nuovo colorato Murale. Gli ospiti del Centro, a loro volta, durante i laboratori espressivi hanno realizzato un’opera che andrà ad abbellire i locali del Polo sociale 2 del Comune di Modena. Sono “Scambi d’arte” nati dalla convinzione del valore che la contaminazione tra persone, gruppi e luoghi possiede un grande valore in termini di conoscenza e arricchimento reciproco e dalla certezza che le persone con disabilità intellettive possano essere una risorsa per il territorio, se si offre loro l’opportunità di esserlo. Giovedì 31 maggio gli ospiti del Centro diurno hanno consegnato l’opera, una reinterpretazione de “La Ragazza col turbante” di Jan Vermeer, agli operatori dei Servizi sociali del Polo territoriale 2 in via Morandi 54, in modo che possa essere esposta in quei locali. Al Centro socio riabilitativo Mario Del Monte, in via Due Canali Nord 235, la struttura del Comune gestita dalla cooperativa sociale Megafono, è stata poi inaugurata l’opera realizzata da alcuni allievi dell’Istituto superiore Venturi. All’inaugurazione parteciperanno anche l’assessora al Welfare Giuliana Urbelli e le ragazze che hanno dipinto il Murale.
I due appuntamenti rappresentano la restituzione pubblica di due progetti che utilizzano il medesimo linguaggio, quello dell’arte. Il progetto “Murales”, avviato lo scorso anno con l’Istituto Venturi, accoglie gli allievi della scuola all’interno del Centro, perché possano “contaminarsi” ed esprimere la loro creatività mescolando tra i colori spaccati della vita, dei sogni, dei desideri degli ospiti: le opere sono quindi Murales realizzati da giovani artisti.
Il progetto “Artisti di Centro”, avviato a inizio d’anno in collaborazione con il Polo 2 del settore Welfare del Comune, è uno dei percorsi attraverso i quali gli ospiti dei Centro si impegnano a porsi a servizio del territorio realizzando, all’interno dei loro laboratori espressivi, opere destinate ad abbellire i locali frequentati dai cittadini. La prima opera realizzata, un quadro composto da sei personali reinterpretazioni del famoso ritratto di Jan Vermeer “La Ragazza col turbante”, sarà appunto esposta nella sede del Polo 2.