Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , lun 02/08/2021

Scroll to top

Top

MODENA: PRESENTATO IL “FESTIVAL DELLA FIABA 2021”

MODENA: PRESENTATO IL “FESTIVAL DELLA FIABA 2021”
L'occasione Annunci

(Modena, 25/06/2021) – “La Gioia per me è una sensazione che può avere anche una vena di turbamento, è pura vita, qualcosa che interpella il sistema nervoso, che lo scuote. Può essere ad esempio un colore, un colore che sciocca lo sguardo, con l’inquietudine di qualcosa che, all’orizzonte, può turbare e destare interesse”, commenta Giacomo Cossio,artista che ha realizzato il manifesto 2021 del Festival della Fiaba diretto da Nicoletta Giberti e pensato per un pubblico adulto.
E’ infatti la “Gioia” il tema dell’ottava edizione della manifestazione che tornerà dal 10 al 12 settembre e la cui locandina è stata presentata ieri sera ad appassionati e curiosi presso il circolo culturale Filatoio, sede dell’associazione Festival della Fiaba e location dell’appuntamento.
“La mia è forse una visione non convenzionale della Gioia, che implica uno sguardo velato: la Gioia è vita ma, in questo periodo storico, trova la sua vitalità non nella retorica ma nell’inquietudine”, prosegue Cossio, l’artista che ha realizzato il manifesto 2021. Parmense, classe 1974, il suo esercizio artistico risulta da sempre caratterizzato dalla volontà di ristrutturare la realtà attraverso stratificazioni, sovrapposizioni, assemblaggi di elementi e materiali diversi. Fotografie, fotocopie, schiume, fiori sintetici sono gli elementi che compongono i collage oggettuali che spaziano dai “paesaggi artificiali” – rivisitazioni del tema della natura morta – alla ricostruzione di macchine, ruspe, scavatrici, scomposte e ricomposte.
“In un momento in cui, per forza di cose, la nostra libertà è stata minata, questa immagine con una foglia verde al centro, così rigogliosa, dà una suggestione forte – commenta Nicoletta Giberti, Direttrice Artistica del Festival della Fiaba – la forza della pianta è nel suo germogliare, nel suo verde, che è pura Gioia”.
“Con il mio gesto artistico le piante continuano a vivere, mostrando chiaramente quanto la natura sia più potente – aggiunge concludendo l’artista e fotografo – Noi vogliamo controllare le cos, ma la vita ci sfugge, è più forte. E così è la Gioia, imprevedibile”.
Il lavoro di Cossio viene spinto anche alla destrutturazione e ristrutturazione della figura umana, del paesaggio, di oggetti di uso quotidiano – riprendendo un tema caro alla Pop Art – andando anche verso una soluzione scultorea e architettonica, mediante un uso tridimensionale dello spazio che lo porta a realizzare opere aggettanti e sporgenti.
Il Festival della Fiaba nasce da un progetto di Nicoletta Giberti che, da anni, indaga attraverso linguaggi eterogenei il genere “Fiaba” con uno sguardo ampio e profondo: l’ottava edizione, dedicata alla “Gioia”, sarà dal 10 al 12 settembre al Filatoio e in varie location nel Quartiere adiacente al Museo casa Enzo Ferrari, vicino al centro storico di Modena e vedrà protagonisti, tra gli altri, Valeria Chiara Puppo con una conferenza, Elena Annovi ed Enrico Bertani, con un atto performativo dal titolo “Anatomia dell’essere”, oltre ad Alessandra Cussini, che ritorna con un progetto delicato e necessario che verrà svelato solo nell’ambito del Festival.