Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , mar 24/04/2018

Scroll to top

Top

MIRANDOLA: ECCO IL BANDO DELLA NUOVA BIBLIOTECA

MIRANDOLA: ECCO IL BANDO DELLA NUOVA BIBLIOTECA
L'occasione Annunci

(Mirandola, 03/01/2018) – È stato pubblicato lo scorso 23 dicembre il bando di gara per la realizzazione della nuova Biblioteca di Mirandola nell’ex convento di San Francesco di piazza Garibaldi, uno degli interventi più qualificanti del centro storico dopo il sisma. L’importo complessivo dei lavori posti a base di gara è di 6 milioni e 473 mila euro, finanziati in parte dal Commissario straordinario alla ricostruzione e in parte con fondi diretti del Comune. Le offerte dovranno pervenire entro il 1° marzo 2018 alle ore 12. Dopo l’apertura delle buste, prevista per il 9 marzo, inizierà la fase di valutazione delle offerte al fine di scegliere l’affidatario che da capitolato avrà 912 giorni per completare l’opera. I lavori verosimilmente partiranno nella seconda metà del 2018 e saranno terminati nel giro di due anni e mezzo.

«Siamo a un punto cruciale per le opere pubbliche – commenta il Sindaco, Maino BenattiEra la parte della ricostruzione che per scelta avevamo lasciato per ultima, perché abbiamo dato la priorità alle scuole, alle fabbriche e alle abitazioni. Ora si stanno ultimando i lavori di ampliamento della Scuola di musica, di potenziamento del Palazzetto e di riqualificazione di via Pico. Entro il 2018 tutti i cimiteri frazionali saranno recuperati. Siamo alla progettazione del secondo e del terzo stralcio per quanto riguarda il Cimitero monumentale. In queste settimane – prosegue il Sindaco – partiranno i lavori di recupero del Barchessone Vecchio. Insieme alla nuova biblioteca sono ormai al via anche le gare d’appalto del nuovo archivio (per un milione e 600 mila euro) e della nuova stazione delle autocorriere (oltre 2 milioni e mezzo di euro)».

La nuova biblioteca avrà un forte impatto sul centro storico, divenendone il “motore” culturale. Fino al 2012 il complesso architettonico dell’ex convento aveva ospitato strutture scolastiche ed era stato fortemente rimaneggiato nel corso del Novecento, per adeguarlo a nuovi usi. Una volte ristrutturato, l’ex convento ospiterà: la Biblioteca comunale “Eugenio Garin” (quella attuale, costruita dopo il terremoto, verrà invece destinata ad uso prettamente scolastico), con le sale di lettura, la fonoteca, la videoteca, l’emeroteca e altro. Sono previsti 1.770 metri lineari di “palchetti” per i libri e 250 posti per gli utenti; la Biblioteca Gavioliana, con altri 580 metri lineari di palchetti e 13.800 volumi; il Fondo antico, con 515 metri di “palchetti” e 20 mila volumi; uno spazio espositivo; una caffetteria; la ludoteca; sale multimediali e didattiche; la sede del Centro di documentazione sisma 2012.

Il progetto valorizzerà le caratteristiche e la qualità architettonica degli attuali spazi. Le ampie finestre garantiranno un buon livello di illuminazione naturale e verranno salvaguardati gli elementi originali di pregio (come le colonnine delle bifore, le cornici, le scale in pietra, ecc.), ma saranno introdotte anche dotazioni tecnologiche all’avanguardia e verranno effettuati tutti i necessari interventi per il superamento delle barriere architettoniche. L’intero edificio sarà dunque un mix tra elementi tradizionali e soluzioni moderne, per garantire la piena fruibilità da parte dell’utenza e rafforzare, allo stesso tempo, l’identità.

Ulteriori dettagli sul sito www.comune.mirandola.mo.it (sezione bandi di gara).