Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , dom 16/06/2019

Scroll to top

Top

IL MODENA CONTRO IL FIORENZUOLA PER CONTINUARE LA RINCORSA

IL MODENA CONTRO IL FIORENZUOLA PER CONTINUARE LA RINCORSA
L'occasione Annunci

(Modena, 01/03/2019) – Sono bastati sei minuti per rompere la tensione che aleggiava al Braglia prima del match contro il Fanfulla. Sei minuti di adrenalina interrotti dalla discesa solitaria e indisturbata di Tommaso Sparviero conclusa nel mezzo dell’area di rigore avversaria con un preciso diagonale.
Sei minuti in cui tutto è cambiato. I fischi e le contestazioni dei tifosi si sono trasformate in ovazioni e applausi che hanno poi accompagnato anche le reti di Sansovini, Ferrario e, ancora, di Sparviero. Ma l’ovazione più grande è stata riservata ad un gol segnato a più di 100 km di distanza. Clamoroso al “Voltini” di Crema, infatti. Con la capolista Pergolettese sconfitta per 1-0 dal fanalino di cosa Oltrepò Voghera a segno con il gol di Monopoli, nuovo idolo dei tifosi gialloblù. Ma quello che fa pensare ad una riapertura del discorso promozione è il modo in cui la Pergolettese ha perso. Una capolista, infatti, sull’orlo di una crisi di nervi con l’espulsione del suo giocatore più carismatico (Cazzamalli) e quella dell’allenatore (Contini).
Che a Crema si cominci a sentire il peso della responsabilità e la pressione che comporta la testa della classifica è ciò che sperano Sansovini e compagni che domenica 3 marzo sono comunque attesi da un altro match insidioso, quello sul campo del Fiorenzuola.
In casa gialloblù si professa calma con i giocatori che negli spogliatoi del Braglia dopo la vittoria sul Fanfulla si sono affrettati a specificare che in casa Pergolettese non hanno la benchè minima intenzione di guardare.
E allora guardiamo anche noi in casa Modena. Dopo le prime partite di rodaggio, mister Bollini sembra aver trovato finalmente la “quadra” con il reinserimento nell’undici titolare di giocatori chiave come Gozzi e Ndoj. Le “sorprese” si chiamano Sparviero e Calamai, le certezze rispondono ai nomi di Perna, Sansovini, Ferrario e Loviso.
Dopo Fiorenzuola, il mese di marzo propone al Modena tre partite abbordabili (Classe e Pavia in casa, Calvina in trasferta). Il preludio al primo dei due big match, quello del 7 aprile al Mapei Stadium contro una Reggiana ormai tagliata fuori dai giochi per il primo posto. Per l’altro big match bisognerà aspettare il 28 aprile. Sarà ancora una volta “clamoroso al Voltini”?