Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , lun 16/09/2019

Scroll to top

Top

IL MODENA ALLA RICERCA DELLA PRIMA VITTORIA

IL MODENA ALLA RICERCA DELLA PRIMA VITTORIA
L'occasione Annunci

(Modena, 13/09/2019) – Tra Coppa Italia e Serie C sono cinque le partite fin qui disputate dal Modena di Mauro Zironelli. Il bilancio è laconico: tre sconfitte, due pareggi, zero vittorie.
La sensazione è che “il meglio debba ancora venire”, nel senso che la squadra gialloblù dimostra di avere margini di crescita e ha fin qui raccolto meno di quanto seminato. Basti pensare all’incredibile finale di Vicenza (col rigore sbagliato da Sodinha e il gol subito in contropiede nel recupero), o a quanto di buono visto in campo nei due match casalinghi in campionato.
Ma tutto ciò non basta a scacciare i cattivi pensieri che iniziano ad aleggiare nelle teste dei tifosi.
Nel mirino, in particolare, c’è la scarsa pericolosità offensiva dei gialloblù.
Anche nell’ultimo match la sterilità del reparto si è palesata con grande evidenza.
E non basta invocare, come hanno fatto i tifosi, l’innesto di Sodinha. Il quale, onestamente, più di qualche minuto di qualità in campo nelle condizioni attuali non può garantire.
Serve dunque affiancare un attaccante vero a Spagnoli e Ferrario, fin qui troppo isolati e poco sostenuti dai centrocampisti.
Le occasioni per ripartire non mancano. A cominciare dal prossimo turno di campionato, quello di domenica 15 settembre che vedrà Perna e compagni di scena sul campo dell’Imolese attualmente un punto avanti ai canarini in classifica.
Squadra da non sottovalutare quella di mister Coppitelli che nell’ultimo turno ha conquistato un punto sul difficile campo della Reggiana con le reti di Checchi e Latte Lath.
Ancora più impegnativo il match successivo, quello del 21 settembre quando al Braglia arriverà la Feralpi Salò attualmente a quota 4 punti, ma reduce dalla vittoria sul campo della Fermana. Squadra costruita per puntare quella bresciana con alcuni giocatori di categoria superiore, un nome su tutti, quello di Andrea Caracciolo.