Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , ven 13/12/2019

Scroll to top

Top

IL CARPI A VERONA PER CONTINUARE A STUPIRE

IL CARPI A VERONA PER CONTINUARE A STUPIRE
L'occasione Annunci

(Carpi, 23/11/2019) – Se risposta doveva esserci dopo le sconfitte con Modena e Imolese, risposta c’è stata. Eccome. Il Carpi di mister Giancarlo Riolfo manda in archivio le due sconfitte nei derby infilando un tris di vittorie condite da grandi numeri: 9 punti, 9 gol fatti, 1 solo subito su autorete e una varietà di soluzioni e schemi offensive che comincia a far sognare i tifosi.
Con 29 punti e il miglior attacco del campionato (26 gol come il Sutirol), il Carpi delle meraviglie è ora quarto in classifica a stretto contatto con le altre regine del torneo (Padova, Vicenza, Reggiana) e la sensazione di aver ancora margini di miglioramento e potenzialità inespresse.
Chi di sicuro le sue potenzialità le sta esprimendo alla grande è Dario Saric. Dopo anni di “castorismo”, finalmente un allenatore come Riolfo capace di liberare le briglie a questo talento cristallino. Contro la Fermana, Dario è stato quasi sublime con un gol meraviglioso e tre assist. E’ impressionante come in questa squadra si alternino i leader e i trascinatori: da Michele Vano, fondamentale nella prima parte di stagione a Enej Jelenic, da Saric a Tommaso Biasci, 4 gol nelle ultime tre partite dopo aver cominciato il campionato dalla panchina.
“Fisicità, tecnica, organizzazione e spirito di gruppo”, così mister Riolfo spiega la ricetta vincente di una squadra che gioca sempre attaccare e vincere. Sabato 23 novembre, nell’anticipo delle 20.30, i biancorossi vanno a Verona dove ad attenderli sul campo del Gavagnin-Nocini ci sarà una Virtus Verona ferita dalla sconfitta maturata in extremis al Braglia contro il Modena. Si preannuncia spettacolare, poi, il match della 17esima giornata che domenica 1 dicembre alle ore 15 metterà di fronte al Braglia i biancorossi e gli alabardati della Triestina, grande “delusa” del torneo ma capace di schierare in campo giocatori di categoria superiore. Domenica 8 dicembre la partita, delle tre, sulla carta più agevole con la trasferta in riviera sul campo della Vis Pesaro. Tre partite per confermarsi “sorpresa” del torneo e cominciare a dare qualche grattacapo a dirigenti, tecnici e giocatori delle tre grandi favorite per la vittoria finale.