Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , lun 24/06/2024

Scroll to top

Top

DOZZA: IL TRIO DI SILVIA VALTIERI AL “COMUNALE”

DOZZA: IL TRIO DI SILVIA VALTIERI AL “COMUNALE”
L'occasione Annunci

(Dozza, 16/04/2024) – Il weekend del festival Crossroads al Teatro Comunale di Dozza (BO) si completa, domenica 21 aprile alle ore 21, con il concerto del trio della pianista e cantante Silvia Valtieri, con Nicola Govoni al contrabbasso e Giacomo Ganzerli alla batteria.

Pianista, polistrumentista, cantante, di formazione classica poi convertita al jazz, la romagnola Silvia Valtieri è un’improvvisatrice nella musica e nella vita. Ha collaborato con John de Leo (nella Grande Abarasse Orchestra, della quale è stata anche arrangiatrice), Dimitri Sillato, Piero Bittolo Bon, Beppe Scardino, l’Orchestra Corelli, la Venezze Big Band (con la quale ha avuto modo di accompagnare ospiti d’eccezione come Enrico Rava e Mike Stern). Suona inoltre con varie compagnie di teatro di improvvisazione.
Amenità (2023), il primo disco del Silvia Valtieri Trio, è dedicato a Dave Frishberg: un omaggio decisamente lontano dalle ripetute dediche ai grandi del jazz. Frishberg, pianista, compositore e paroliere, ha trascorso gli anni Sessanta a New York suonando con Ben Webster, Gene Krupa, Al Cohn e Zoot Sims, Betty Carter e altri nomi da antologia. Frishberg era anche un cantante dallo stile molto personale. Le sue canzoni si rifacevano alla tradizione Tin Pan Alley, con liriche sempre ironiche, argute, a tratti comiche. Per quanto poco conosciuto in Italia, alcune delle sue canzoni sono state interpretate e incise da artisti come Blossom Dearie, Rosemary Clooney, Shirley Horn, Anita O’Day, Mel Tormé…
Rodato dal vivo, il progetto si è via via perfezionato: dopo avere proposto le canzoni nella loro veste originale, la Valtieri ha iniziato a tradurre in italiano i testi di Frishberg, la cui chiara comprensione è fondamentale per apprezzarli appieno. Nella scaletta si sono poi aggiunti alcuni brani originali della Valtieri, caratterizzati da uno stile in linea con l’estetica del compositore americano.