Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , dom 26/05/2024

Scroll to top

Top

CARPI: TAGLIO DEL NASTRO PER LA NUOVA UNIVERSITA’

CARPI: TAGLIO DEL NASTRO PER LA NUOVA UNIVERSITA’
L'occasione Annunci

(Carpi, 18/09/2023) – Taglio del nastro per il corso di Laurea Magistrale in Sustainable Industrial Engineering, nel nuovo Polo Universitario di Carpi. Parte ufficialmente il progetto nato dalla collaborazione tra Fondazione CR Carpi, Ateneo degli studi di Modena e Reggio Emilia e Comune per dare corpo a un nuovo importante tassello del territorio universitario Unimore. Da lunedì 18 settembre prendono il via le lezioni di un corso di laurea magistrale progettato per rispondere alle esigenze espresse dal tessuto produttivo di potersi avvalere di figure trasversali dotate di un alto livello di preparazione in ingegneria industriale insieme a specifiche competenze in sostenibilità energetica, produttiva e ambientale, oltre a possedere la capacità di interfacciarsi efficacemente con aree e funzioni aziendali contigue. Non solo teoria ma anche trasferimento di competenze che consentiranno ai neo laureati di essere immediatamente operativi nel mondo del lavoro, grazie alla forte connessione con il tessuto produttivo la cui presenza attraversa l’intera durata del corso. Sono attualmente già oltre 60 le aziende che hanno manifestato formalmente il loro interesse nei confronti di questa laurea. Si tratta di realtà nazionali, multinazionali e di importanti contesti imprenditoriali e cooperativi locali, per concretizzare un modello virtuoso di collaborazione tra mondo accademico, istituzioni e ambito produttivo. La forte presenza imprenditoriale, consentirà infatti una didattica attraversata da seminari con i professionisti del mondo del lavoro, attività laboratoriali, team working su progetti delle imprese, stage formativi di 6 mesi volti all’occupazione e case history di scenari reali.
Il piano di studi, progettato ed erogato dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, è stato concepito per affiancare ai contenuti propri dell’ingegneria meccanica e industriale le tematiche innovative volte alla transizione verso la sostenibilità, e per fornire competenze in ambito di robotica, automazione industriale, materiali innovativi, intelligenza artificiale e Iot. Il corso Sustainable Industrial Engineering si svolge interamente in lingua inglese, per potervi eccedere occorre un certificato di conoscenza linguistica B2, oltre a un voto di laurea triennale pari o superiore a 90/110. La laurea magistrale in partenza lunedì rappresenta il primo dei quattro asset che prenderanno corpo nel nuovissimo Polo Universitario di Carpi, che accoglierà a stretto giro, nei prossimi mesi, anche l’attività di ricerca universitaria, quella del trasferimento tecnologico al tessuto produttivo e la diffusione culturale attraverso eventi di divulgazione. Si tratta infatti di un ampio e moderno spazio multifunzionale per favorire la contaminazione tra attività di sviluppo e innovazione. Per concretizzare il grande progetto di alta formazione sul territorio, la Fondazione CR Carpi ha destinato 21 milioni di euro, per sostenere nel tempo l’attività didattica e di ricerca (6 milioni di euro), per finanziare interamente, con le restanti risorse, la costruzione del Polo Universitario carpigiano: una struttura a energia quasi zero, ampia circa 5.000 mq, realizzata in poco più di un anno dal gruppo modenese AeC Costruzioni e progettata dal gruppo Lombardini22, leader nello scenario dell’architettura e dell’ingegneria, all’interno della quale si snodano aule, un’ampia area laboratoriale, locali da destinare a start up e spin off universitari, locali per lo studio e il team working, e luoghi dove svolgere attività ed eventi culturali. Inserito nel nascente ampio parco urbano dell’Oltreferrovia, progettato da Mario Cucinella, il nuovo Polo Universitario ha la collocazione strategica di essere adiacente alla stazione ferroviaria, a pochi passi dal centro cittadino di Carpi e a una fermata di treno da Modena,