Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , lun 16/09/2019

Scroll to top

Top

CARPI: IL 7/9 TORNA LA “NOTTE DI FINE ESTATE”

CARPI: IL 7/9 TORNA LA “NOTTE DI FINE ESTATE”
L'occasione Annunci

(Carpi, 03/09/2019) – L’edizione delle prossima Notte bianca di Carpi si chiamerà “Notte di fine estate” e si terrà sabato 7 settembre dalle 18 alle ore 1, e coinvolgerà come tradizione tutto il centro storico di Carpi. Molti gli eventi di musica e gastronomia in programma. Un fitto cartellone di appuntamenti che vede 16 eventi tra musica e cultura, 8 punti di street Art e con 5 eventi extra tra le vie del centro, questi gli ingredienti messi nel piatto della notte carpigiana di fine estate. L’assessore alla promozione del centro storico Stefania Gasparini si dice “soddisfatta per la collaborazione con l’associazione dei commercianti “Carpi c’è”. Collaborazione che ha permesso di costruire un programma fitto di appuntamenti ed iniziative che si rivolgono a diversi target di pubblico, dalle famiglie che troveranno ad esempio “il villaggio dei bambini” in Piazza Martiri, ai Dj set per i più giovani, alle iniziative culturali come “Bund Experience”, altra novità rispetto alle precedenti edizioni sarà la presenza di buskers che animeranno le vie del centro – Concludendo l’assessore Gasparini afferma – che ci sono tutti gli ingredienti perchè sia una grande e bella festa di chiusura dell’estate carpigiana” Infine sulla collaborazione con l’associazione “Carpi c’è” la Gasparini la giudica “positiva e preziosa non solo per la costruzione di questo evento, infatti il nostro intento come amministrazione sarà quello di rafforzare questo legame perchè insieme dobbiamo impegnarci a promuove e rilanciare il centro storico e la città come luogo di attrazione turistica, tramite eventi ed iniziative”. L’Amministrazione ha affidato i servizi di coordinamento degli eventi promo-commerciali della Notte bianca ad “Edicta”, la stessa utilizzata per l’edizione di giugno 2019, per un costo sostenuto dall’amministrazione di poco più di 7.400 euro, a questa vanno aggiunti altri oneri sostenuti sempre dal Comune, i 12.200 euro per l’organizzazione dei buskers, i 1.000 euro di spese accessorie per la sicurezza