Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , sab 27/11/2021

Scroll to top

Top

CARPI: A CAPODANNO DOPPIO SPETTACOLO CON PAOLO BELLI

CARPI: A CAPODANNO DOPPIO SPETTACOLO CON PAOLO BELLI
L'occasione Annunci

(Carpi, 23/11/2021) – Sarà Paolo Belli il protagonista dello spettacolo, anzi degli spettacoli di fine anno del Comune di Carpi: venerdì 31 dicembre si inizia alle 21 in teatro con “Pur di far Commedia” – così s’intitola la piece, in prima nazionale – per lo spettacolo che tradizionalmente il Comunale propone la sera di San Silvestro; poi, finita la rappresentazione, Paolo Belli uscirà in piazza per passare la mezzanotte e festeggiare in musica l’inizio del 2022 con la propria Big Band e i propri concittadini. L’eccezionale serata è stata presentata oggi dal Sindaco Alberto Bellelli, con l’assessore alla Cultura Davide Dalle Ave, il Direttore Artistico del Comunale Carlo Guaitoli, il Dirigente Cultura Giovanni Lenzerini e lo stesso Belli.

“Sarà una doppia occasione per festeggiare tutti assieme – ha sottolineato il Sindaco – però nella massima sicurezza naturalmente, con un carpigiano che porta il nome della città in giro per l’Italia. Noi oggi contiamo di poter mantenere questo importante appuntamento, ma è ovvio che dovremo attenerci agli aggiornamenti normativi legati all’evoluzione del Covid. Di certo stiamo già predisponendo tutte le misure del caso per poter vivere in sicurezza una bella festa”.

Commenta Paolo Belli: “E’ motivo di orgoglio per me vivere in una città che dimostra ancora una volta il grande desiderio di condividere la gioia di stare insieme in una serata così speciale e che riconosce alla musica la capacità di unire e dare fiducia per il futuro, soprattutto in un momento storico come quello che stiamo attraversando e che tutti speriamo di lasciarci alle spalle per tornare a vivere la nostra quotidianità con serenità. La chiamata di Alberto Bellelli e di Carlo Guaitoli per mettere in scena questo doppio appuntamento per l’ultimo dell’anno mi ha reso molto felice innanzi tutto perché continuano a credere nella nostra comunità, dimostrando di vedere la piazza ed il teatro come importanti luoghi di aggregazione e socialità, e poi perché queste iniziative danno respiro ad un settore fortemente penalizzato negli ultimi 2 anni dalla pandemia”.

Next Story

This is the most recent story.