Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , ven 12/08/2022

Scroll to top

Top

BOLOGNA: NERD SHOW, IL FESTIVAL DELLA CULTURA POP

BOLOGNA: NERD SHOW, IL FESTIVAL DELLA CULTURA POP
L'occasione Annunci

(Bologna, 18/06/2022) – Il 25 e 26 giugno a BolognaFiere torna “Nerd Show”, la manifestazione che dal 2018 propone con successo il meglio del mondo dei videogiochi, dei fumetti e della cultura Pop al tempo dei social. “Nerd Show” riporterà al polo fieristico di Bologna la voglia, senza età, di tornare per un giorno dei ragazzi che entrano in mondi dove la fantasia e la creatività sono veri e propri imperativi: miti di ieri e di oggi della cultura Pop riuniti in un unico grande spazio, grazie anche a un cartellone di eventi che ha l’obiettivo di soddisfare la curiosità di tutti gli appassionati. Sarà impossibile annoiarsi: in uno spazio di ben 35mila metri quadri, senza soluzione di continuità, sarà possibile trovare una enorme sala giochi in cui convivono i videogiochi di ieri con quelli di oggi che utilizzano anche l’intelligenza artificiale, entrare nella più grande artist alley italiana con oltre 120 autori, assistere alle sfide tra cosplayer, ascoltare gli influencer più amati, immergersi negli stand della mostra mercato dedicata al fumetto e al gadget e proseguire entrando negli spazi dedicati ai mattoncini Lego e alle costruzioni, al modellismo e al tema della fantascienza. Nel 2020 l’evento arrivò a coinvolgere oltre 36mila spettatori nell’arco di un weekend, con una crescita del 20% rispetto alla precedente edizione. Anche per il 2022 i segnali sono molto positivi corroborati dalla ulteriore crescita dell’interesse anche del grande pubblico dei videogames e del fumetto.

Tanti anche gli ospiti che saranno presenti a Nerd Show: tra questi il doppiatore Luca Ward, l’attrice Anna Mazzamauro, il volto del programma cult “Art Attack” Giovanni Muciaccia, l’ambasciatore per eccellenza della cucina giapponese in Italia Hirohiko Shoda (alias Chef Hiro), la cantante Cristina D’Avena, i performer Giorgio Vanni e Andrea Agresti (con il gruppo “La Iena e il Drago” e le sigle dei cartoni animati degli anni Settanta e Ottanta), oltre all’ingegnere e modello ungherese András Arató (conosciuto come Hide The Pain Harold, il cui volto è stato reso noto dai meme sul web).