Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , dom 24/10/2021

Scroll to top

Top

BASKET: VIRTUS “CORSARA” A VENEZIA

BASKET: VIRTUS “CORSARA” A VENEZIA
L'occasione Annunci

(Bologna, 11/10/2021) – Terza giornata del Campionato di Serie A, i Campioni d’Italia sono attesi sul difficile campo della Umana Reyer Venezia. Primo canestro di giornata di Jaiteh che su assist di Teodosic appoggia comodamente al ferro, risposta immediata della Reyer con Watt che segna, subisce il fallo e completa il gioco da tre punti. Squadre che attaccano senza paura, tripla di Weems, risposta di Brooks, punteggio nuovamente in parità dopo 3′ di gioco (7-7). Venezia prova a prendersi il primo vantaggio ma Teodosic trova l’invenzione da tre punti e segna il bonus a disposizione del contro-vantaggio virtussino (12-13). Alexander in contropiede appoggia il +3 a meno di 5′ dalla prima sirena di gioco. Entra Sampson, presentato in settimana, che debutta così ufficialmente con la maglia della Segafredo. Primi punti in bianconero per il centro ex Indiana che vale il controsorpasso virtussino (16-17) ma la risposta degli orogranata non si fa attendere, Tonut fa 2/2 dalla lunetta per due volte consecutive che consente ai suoi compagni di andare sul +3 a 2′ dalla fine dei primo periodo. Belinelli e ancora una volta Sampson provano ad accorciare le distanze, ma Daye trova due triple in rapida successione che obbligano Coach Scariolo a chiamare il primo time out della gara a 39” dalla fine del primo quarto (28 – 21). Sampson segna, difende su Daye e il primo quarto si chiude sul punteggio di 28 a 23 per l’Umana. Tripla di Alibegovic, appoggio sotto i tabelloni di Tessitori, la Virtus parte forte e si riporta sul -2 (30-28). Bologna difende bene, Weems parte in contropiede e trova il pareggio a 7′ e 18” dall’intervallo lungo. Venezia si riporta avanti, ma la Segafredo è viva: Ruzzier penetra nel pitturato e segna, Alibegovic fa 1/2 dalla lunetta e Jaiteh lotta sotto le plance per il canestro del -1 (36-35). Venezia ha in Watt la prima punta del proprio attacco, che segna e mantiene il +3 sulla Virtus. Le squadre ora faticano a chiudere il loro giochi in attacco, passano 2′ minuti prima che qualcuno da entrambe le parti riesca a trovare la via del canestro. A 1′ e 12” dalla seconda sirena Sampson attacca il ferro, segna, subisce il fallo e chiude gioco da tre punti (38-38). Tripla di Tonut a 38” dalla fine, Hervey si prende l’ultimo tiro ma la palla non entra. Squadre a riposo sul punteggio di 41 a 38 Reyer.

Terzo quarto che inizia con la tripla di Hervey che pareggia la situazione, Brooks trova a sua volta il tiro da tre punti ma il canestro in sospensione di Weems riporta le V Nere a -1 a 7’e 22” dalla terza sirena (44-43). 1/2 di Watt, pareggio immediato di Pajola che recupera un pallone ed appoggia al ferro; azione ben manovrata dalla Segafredo, finta di Weems che si libera del proprio marcatore e riporta in vantaggio i suoi compagni. Coast-to-Coast di Hervey che trova il +3 (46-49), 0/2 di De Nicola, palla recuperata ancora una volta da Pajola e Sampson infila il canestro del +5, parziale di 8 a 1 in favore della Segafredo (46-51). Time out chiamato dalla panchina di casa a 5′ dalla fine del terzo periodo di gioco. Si torna in campo, Hervey segna e chiude il gioco da tre punti, Sampson conquista il rimbalzo in attacco e porta in suoi compagni sul +10 a 3′ e 30” dalla fine. Altra tripla di Hervey, in difesa la squadra di Coach Scariolo concede pochissimo, Weems dalla lunetta fa 2/2 che vale il +11 (50-61). Ruzzier e Tessitori allungano il vantaggio bianconero e Pajola chiude il terzo quarto con il canestro del +17. Terzo quarto mostruoso di Bologna che concede solo 9 punti agli avversari a fronte di 29 segnati, 50-67 Virtus. Quintetto tutto italiano, quello che la Virtus schiera per l’inizio dell’ultimo quarto, gioco a due di Tessitori e Belinelli che mantiene in alterato il vantaggio virtussino, Pajola fa 2/2, sull’azione successiva recupera il pallone e si lancia a canestro. Segafredo che mantiene il controlla della gara (54-73) quando mancano 7′ e 30” dalla fine. Alibegovic trova il novo massimo vantaggio bianconero (+21), Cerella prova a scuotere i suoi, ma la gara orma è indirizzata quando mancano 5′ all’ultima sirena (57-75). Il play virtussino di Ancona è ovunque, pressa, recupera e segna, finta sotto canestro di Weems che poi infila con la mano sinistra, Belinelli dalla lunetta trova il +23 e la Virtus sente sempre di più il profumo della vittoria. Ultimi due minuti di gioco, 2/2 di Sampson dalla lunetta. La partita scivola via, vittoria di forza, meritata da parte delle V Nere che conquistano così la terza vittoria consecutiva. Finisce al Taliercio in favore della Segafredo.