Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

L'Occasione , ven 12/08/2022

Scroll to top

Top

BASKET: INIZIA IN SALITA LA FINALISSIMA DELLA VIRTUS

BASKET: INIZIA IN SALITA LA FINALISSIMA DELLA VIRTUS
L'occasione Annunci

(Bologna, 09/06/2022) – Finisce 62-66 il primo atto della finalissima Scudetto 2022 del basket italiano tra Virtus Bologna e Olimpia Milano.

Inizio di gara in cui succede di tutto, la Segafredo Arena trema quando Teodosic è costretto a lasciare il campo dopo uno scontro con Shields, ma il numero 44 rientra ed esplode l’ovazione dei tifosi virtussini, in campo Milano guida di quattro lunghezze quando il cronometro segna i primi 5′ di della sfida (7-11). E’ una finale, il clima è rovente e le difese non lasciano passare nulla o quasi, Sampson lotta sotto le plance, segna, subisce il fallo e mette il libero del momentaneo -1, Hall fa 2/2 ai liberi quando si entra nell’ultimo minuto ma la Virtus non trova l’ultimo passaggio e l’Olimpia chiude in vantaggio sul punteggio di 10 a 13. Jaiteh apre le danze, Belinelli trova i primi punti dalla media ma la squadra di Coach Messina risponde subito presente tenendo a debita distanza i Campioni d’Italia (14-19), la Segafredo però non si scompone, fa girare bene la palla e con Belinelli da tre si riporta a -2 prima che Shields appoggi nel pitturato bianconero altri due punti, a 5′ dall’intervallo lungo il tabellone recita 17 a 21 per la squadra meneghina. Il parziale frimato Jaiteh-Hackett riporta in parità i bianconeri, la gara prosegue punto a punto, si segna poco, ma ogni canestro è accompagnato da un’ovazione e quando Tessitori firma il sorpasso l’arena esplode. Rodriguez fa 1/2 così come Hackett, Hall mette la tripla del controsorpasso ma quando mancano 22” alla seconda sirena Teodosic subisce fallo e dalla lunetta riporta a +1 le V Nere, la chiude Shields, sirena e squadre negli spogliatoi sul punteggio di 27 a 28. Inizio di secondo tempo che vede protagonista ancora una volta Shields che, seguito da Hines, portano dopo 4′ dalla ripresa del gioco sul +8 i loro compagni (32-40), lo svantaggio virtussino si allunga e Datome manda sul -13 Bologna, Sampson e Belinelli interrompono tutto penetrando in area in maniera vincente e costringendo la panchina dell’Armani al time out (36-45). Il clima è sempre incandescente, l’intensità difensiva aumenta, Cordinier segna, Shields risponde e riporta sul +10 gli ospiti, terza sirena che suona sul punteggio di 40 a 50. L’ultimo quarto si infiamma, la Virtus con Alibegovic e Teodosic si riporta a -5, la Segafredo Arena incita e spinge le V Nere verso una sperata rimonta, Sampson si alza più in alto di tutti e schiaccia a canestro, Milano ora fatica in attacco, Shengelia no, appoggia il -4 e costringe coach Messina a chiamare il time out (55-59). Il gerogiano è incontenibile segna e costringe Melli al quarto fallo, Bentil prova a dare una scossa ai suoi dalla lunetta (2/2), Datome segna dalla media il nuovo +6 a meno di 2′ dalla fine (57-63). Teodosic riaccende le speranze riportando a -2 dall’arco la Segafredo, Hall e freddo e dalla lunetta fa 2/2 che vale il 62 a 66 a -17” dalla fine. Non c’è più tempo, Gara-1 è di Milano, prima sconfitta in casa in Campionato per la Virtus.